“Isole che Parlano”: il Festival Internazionale che unisce popoli, isole, musica, teatro e fotografia” di Sara Pessano

“Isole che Parlano”: il Festival Internazionale che unisce popoli, isole, musica, teatro e fotografia” di Sara Pessano – Dal 4 al 10 settembre si terrà tra la zona di Palau e La Maddalena il Festival Internazionale “Isole che Parlano” (www.isolecheparlano.it).

Questa manifestazione è un festival internazionale di musica, teatro ed arti visive. Vuole accostare la cultura contemporanea ed i movimenti d’avanguardia alle culture autoctone sarde. Questo evento (da ventun anni), assieme alla Sardinia Ferries, unisce le isole, i popoli, la musica, il teatro e la fotografia. La collaborazione tra il Festival Internazionale e la Sardinia Ferries si rinnova per il sesto anno consecutivo. I direttori artistici hanno organizzato per “Isole che Parlano”: concerti, lezioni, incontri, laboratori e la mostra fotografica di Cristina Garcia Rodero. Gli appuntamenti ed i concerti saranno localizzati in aree archeologiche, culturali e paesaggistiche. Si potranno anche trovare in monumenti naturali, nelle spiagge e nelle piazze. Il 7 settembre si terrà la considerevole novità di questa edizione, ovvero il concerto a Golfo Aranci. Questo luogo si trova nell’affascinante cornice di Gala Moresca ed è poco distante dallo storico approdo delle Navi Gialle. Saranno degli appuntamenti in cui si avrà la possibilità scoprire la cultura, l’ambiente, l’archeologia, la musica e le tradizioni.

Questa manifestazione si basa sui principi dell’incontro, della diversità, della tolleranza. Vuole dare valore anche la funzione sociale del fare arte.

“Il territorio e lo splendido entroterra finalese tutto da scoprire nella prima settimana di settembre” di Sara Pessano

“Il territorio e lo splendido entroterra finalese tutto da scoprire nella prima settimana di settembre” di Sara Pessano – Nella prima settimana di settembre il Comune di Finale Ligure ha organizzato degli appuntamenti per dare la possibilità di scoprire il territorio finalese ed il suo splendido entroterra. Tutti questi appuntamenti sono patrocinati dall’Unione dei Comuni del Finalese.

Il primo appuntamento si terrà domenica 3 settembre a Finalborgo con ritrovo alle ore 09.30 dal Museo Archeologico del Finale di Finalborgo e bisogna essere automuniti. L’escursione finirà alle ore 13.00 circa. Durante questo appuntamento si svolgerà Archeotrekking e si avrà la possibilità di visitare la Grotta dell’Edera ed il Catrum Perticae. La quota di partecipazione è di 5€, ma per i bambini che hanno meno di 10 anni è gratuita. La prenotazione è necessaria e bisogna eseguirla entro le ore 12.00 del giorno precedente l’escursione (2 settembre).

Per info e prenotazioni: 019690020 – info@museoarcheofinale.it – 3462257005

Il secondo appuntamento si terrà martedì 5 settembre con ritrovo davanti alla Chiesa di Perti Alto alle ore 17.00 e bisogna essere automuniti. Durante questo appuntamento si svolgerà un’escursione naturalistica e si avrà la possibilità di visitare Pianmarino e le sue grotte. Questa escursione sarà ad anello e la sua durata sarà di circa 3 ore. La quota di partecipazione è di 5€, ma per i bambini che hanno meno di 10 anni è gratuita. La prenotazione è necessaria e bisogna eseguirla entro le ore 12.00 del giorno precedente l’escursione (4 settembre).

Per info e prenotazioni: 3490936366 – 3484735752 – 3333746752

Il terzo appuntamento si terrà sempre martedì 5 settembre con ritrovo alle ore 21.00 in Piazza Vittorio Emanuele di Finalmarina. Durante questo appuntamento si potrà visitare con una guida il centro storico, la Basilica di San Giovanni Battista e la Pieve del Finale. Per quest’ultima il ritrovo con la guida sarà nei pressi dell’Arco di Margherita di Spagna.

Per info e prenotazioni: 3394402668

Il quarto appuntamento si terrà mercoledì 6 settembre con ritrovo alle ore 17.00 in Piazza Cappello da Prete a Varigotti. Durante questo appuntamento si svolgerà un’escursione fotografica, dove verranno spiegate le basi della fotografia naturalistica. La guida di questa escursione sarà Carlo Lovisolo, guida naturalistica e fotografo. La durata di questo appuntamento sarà di circa 3 ore e la quota di partecipazione è di 15€ a testa.

Per info e prenotazioni: 019691375 – 3478900194

Il quinto appuntamento si terrà sempre mercoledì 6 settembre con ritrovo alle ore 21.30 in Piazza San Biagio a Finalborgo. Durante questo appuntamento si potrà di visitare con una guida il centro storico, la Collegiata di San Biagio ed il Complesso monumentale di Santa Caterina. La prenotazione non è obbligatoria.

Per info: 3394402668

Il sesto appuntamento si terrà giovedì 7 settembre con ritrovo alle ore 17.30 in Piazza Cappello da Prete a Varigotti. Durante questo appuntamento si potrà ascoltare la storia varigottese e visitare il borgo vecchio, il molo, la salita verso Punta Crena e la chiesa medievale di San Lorenzo. La durata di questo evento sarà di 1 ora e mezza. Questo appuntamento è a cura dell’Associazione Amici di San Lorenzo ed in collaborazione con “La Nostra Liguria”. La guida turistica sarà Valerio Peluffo e la partecipazione è gratuita.

Il settimo appuntamento si terrà venerdì 8 settembre con ritrovo alle ore 17.00 davanti a Porta Testa di Finalborgo e bisogna essere automuniti. Durante questo appuntamento si svolgerà un’escursione naturalistica ad anello nella Passeggiata dei Marchesi. Si potrà avere la possibilità di ammirare Piamarino e le sue grotte, che sono alcune delle più interessanti del Finalese. La durata di questa escursione è di circa 3 ore. La quota di partecipazione è di 5€, ma per i bambini che hanno meno di 10 anni è gratuita. La prenotazione è necessaria e bisogna eseguirla entro le ore 12.00 del giorno precedente l’escursione (7 settembre).

Per info e prenotazioni: 3490936366 – 3484735752 – 3333746752

L’ottavo appuntamento si terrà sempre venerdì 8 settembre con ritrovo in Piazza Santa Caterina a Finalborgo alle ore 20.30 per il primo turno ed alle ore 21.00 per il secondo turno. Durante questa serata ci sarà “Storie al Chiaro di Luna”. Si potrà vedere lo spettacolo itinerante ed intanto visitare Castel Govone e la Fortezza di San Giovanni. Ciceroni molto idonei saranno la guida di questo appuntamento. Verrà raccontata la suggestiva storia del Marchesato e dei suoi Castelli, le vicissitudini che li hanno animati secoli fa. Verranno narrate anche le leggende che li tengono in vita ancora oggi. La fine della serata è previsto per le ore 23.30 circa ed è fondamentale un abbigliamento comodo. È consigliato indossare scarpe da ginnastica e portare una torcia elettrica al seguito. Questo appuntamento è unicamente su prenotazione ed la quota di partecipazione è di 10€ per gli adulti, ma per i bambini che hanno meno di 10 anni è di 5€. Il pagamento si può effettuare online con pagamento PayPal oppure presso il negozio di articoli sportivi Finale Climb. Il negozio si trova in Piazza Garibaldi 18 a Finalborgo. È aperto tutti i giorni dalle ore 09.30 alle ore 12.30 e dalle ore 15.30 alle ore 19.30.

Per info: 019690112 – 3487563056 – 3470828855 – info@centrostoricofinale.com

Il nono appuntamento si terrà sabato 9 settembre con ritrovo al Centro Civico Fontana alle ore 17.00. Durante questo appuntamento, che durerà circa 3 ore, si svolgerà un’escursione panoramica tra le borgate di Varigotti. Si avrà la possibilità di visitare il frantoio seguita e poi di fare apericena. Questo appuntamento è stato organizzato in collaborazione con Coop. Sibilla e l’Associazione VarigottiInsieme.

Per info e prenotazioni: 3392093889

Il decimo appuntamento di terrà domenica 10 settembre con ritrovo alle ore 09.30 davanti al Museo Archeologico del Finale di Finalborgo e bisogna essere automuniti. Durante questo appuntamento si svolgerà Archeotrekking. Il percorso sarà ad anello ed attraverserà la Strada Napoleonica, toccando la Caprazoppa, Finalborgo e Verezzi. L’Archeotrekking terminerà per le ore 13.00 circa e il costo della quota di partecipazione è di 5€, ma per i bambini che hanno meno di 10 anni è gratuita. La prenotazione è necessaria e bisogna eseguirla entro le ore 12.00 del giorno precedente l’escursione.

Per info e prenotazioni: 019690020 – info@museoarcheofinale.it – 3462257005

Queste giornate saranno un’occasione unica per scoprire il territorio e lo splendido entroterra finalese.

L’Unione dei Comuni del Finalese aderisce al Patto per lo Sviluppo Strategico del Turismo

di Beatrice Citron

L’Unione dei Comuni del Finalese e singolarmente i Comuni di Finale Ligure e di Orco Feglino, hanno aderito al Patto per lo Sviluppo Strategico del Turismo, promosso dalla Regione Liguria. Al Patto, possono partecipare gli enti parco, i Comuni e le unioni di Comuni e comporta il perseguimento di azioni sinergiche ed interventi coordinati, per il raggiungimento di obiettivi di crescita del settore e delle potenzialità turistiche della Liguria.

L’adesione al Patto dunque, comporta l’impegno a perseguire e rispettare alcune condizioni, quali la partecipazione al progetto della app “LaMiaLiguria”, fornendo e implementando i dati sugli eventi nonchè le altre informazioni relative alla propria località, che possono essere utili al turista; la partecipazione al progetto “Wifi Liguria” aderendovi, se ve ne sono le condizioni tecniche, la collaborazione con la Regione e con l’Agenzia “In Liguria” per la creazione e la promozione dei prodotti turistici individuati dalla programmazione regionale, nonchè per la realizzazione di progetti turistici di eccellenza e accoglienza turistica (IAT). La zona del finalese vanta infatti tre uffici IAT, dislocati a Finalmarian, Finalborgo e Varigotti.

Il Patto prevede inoltre, la condivisione delle attività e delle manifestazioni di valenza turistica organizzate e gestite dalla Regione Liguria e dall’Agenzia “In Liguria”, con la diffuzione di tutte le informazioni relative a tali eventi e collaborando attivamente ad iniziative finalizzate a promuovere la destinazione ed i prodotti turistici. Un occhio di riguardo viene riservato alle iniziative di contrasto dell’abusivismo in campo turistico, in modo tale da dar vita ad una campagna di informazione, rivolta a tutti i proprietari di seconde case per ricordare la normativa in vigore nel caso di affitto degli appartamenti ad uso turistico, nonchè altri interventi concordati con Anci Liguria. La collaborazione con la Regione, prevede anche il perseguimento di iniziative mirate al turismo accessibile. A tale riguardo, l’Unione dei Comuni del Finalese sta procedendo al rinnovo della Bandiera Lilla per il biennio 2018-2019, vessillo che qualifica le località turistiche quali mete anche per portatori di disabilità di diversa natura, con una forte ed importante implementazione qualitativa dell’offerta turistica.

Oltre alla sinergia che esso scaturisce, tra i vantaggi dell’adesione al Patto si consideri la possibilità, per i soggetti aderenti all’iniziativa, di accedere a finanziamenti regionali ed europei per interventi di riqualificazione ambientale e paesaggistica a rilevante impatto turistico e riconosce agli stessi una priorità nell’attribuzione di contributi o altri vantaggi economici a valere sui fondi regionali destinati ai comuni per interventi e/o iniziative a rilevante impatto turistico. Ecco riconosce altresì forme di premialità nell’ambito dell’attuazione dei patti di solidarierà regionale.

Balla Coi Cinghiali 2017: Nature Rocks!

 

di Beatrice Citron

Da giovedì 24 a sabato 26 agosto, nella spendida cornice del Forte Albertino di Vinadio (CN), torna l’evento più setoloso dell’anno: Balla Coi Cinghiali! Il festival che da oltre 10 anni promuove musica, cultura, arte, sostenibilità ambientale e solidarietà. Sui quattro palchi del festival si alterneranno più di 50 ospiti musicali per oltre  20 ore di musica dal vivo e tante altre emozioni. Nella serata di giovedì 24 Tricky, The Sweet Life Society, Ninos Du Brasil e The Magnetics apriranno l’edizione 2017. Venerdì 25 si alterneranno sul palco quattro nomi clou della scena dub e reggae italiana ed internazionale: Paolo Baldini, Raphael, Vallanzaska e per la prima volta in Italia, i Talisman. Sabato 26 invece artisti come Elso, Fumonero, Izi, Sfera Ebbasta e tanti altri si alterneranno sui palchi per una notte indimenticabile.

Ma il Balla Coi Cinghiali non è solo musica: è anche gastronomia, letteratura, teatro, cimera e relax con incontri ed eventi organizzati durante le giornate del festival. Nell’ambito del progetto “Balla con la Testa”, sabato 26 agosto alle 16:00, Balla Coi Cinghiali ospiterà l’incontro “Sulla Rotta del Viaggio” a cura di Find The Cure, SOS MEDITERRANEE Italia e Cooperarci Savona. Queste tre associazioni, con aree d’azione differenti e stereotipi diversi cercheranno di sfatare quei luoghi comuni che troppo spesso accompagnano il tema della migrazione. I più sportivi invece, potranno cimendarsi in un’arrampicata sulle mura del Forte con gli amici di Il Punto S.S.D., o potranno mettere alla prova il loro equilibrio nell’area laghetto con Easyline e Trickline a cura di SlackBit. Immancabili i Giochi Contadini organizzati dai ragazzi del Memorial Giacomo Briano. Nella nicchia più rustica del Forte, riuscitere a battere il Boss dei Chiodi? Vincerete il magico salame o vi spaccherete un uovo in testa? Venite a scoprirlo!

Balla Coi Cinghiali è una “grande e setolosa famiglia” e vuole regalare a chi partecipa al festival coi propri bambini tre giorni di giochi, divertimento e attività. Novità di quest’anno è il camping dedicato proprio a loro con un’area deliminata per famiglie, ombreggiata e provvista di un piccolo parco giochi.

Centrale, anche per questa edizione dal titolo “Nature Rocks“, la tematica ambientale. Balla Coi Cinghiali è uno tra i primi eventi musicali in Italia a compensare la CO2 emessa, grazie anche alla collaborazione con Treedom: le emissioni di gas serra prodotte nel corso delle attività delle tre giornate vengono calcolate con la metologia Life Cycle Assessment. Treedom si occupa infatti, di piantare tanti alberi quanti ne sono necessari per riassorbire la quantità di CO2 equivalente. Tutti gli alberi vengono piantati da contadini locali in paesi o realtà dove rivestono un’utilià sociale: dal Kenya ad Haiti, sino al Senegal. Questa iniziativa ha come obiettivi il rimboschimento, il sostegno della produzione agricola e la creazione del reddito. All’interno del Festival di Vinadio inoltre, si differenziano i rifiuti e vengono utilizzati solo bicchieri in PET riciclabili.

Passeggiata Enogastronomica a Cortemilia! di Beatrice Citron

Sabato 19 agosto in occasione della 63° Sagra della Nocciola, non perdetevi la Passeggiata Enogastronomica per le vie dei Borghi di S. Michele e S. Pantaleo a Cortemilia. Una serata alla scoperta delle eccellenze culinarie langarole e degustazioni d vino dolcetto, prodotto dalle cantine del territorio.  Le piazzette del paese saranno animate da gruppi musicali , con la partecipazione delle Pro Loco dell’alta langa ed i ristoranti locali ed il contributo dei bar e dei locali di Cortemilia.

Alle 23:00 tutti con gli occhi al cielo per il tradizionale spettacolo pirotecnico lungo le sponde del fiume Bormida. a Seguire in Piazza Oscar Molinari inizierà la Discoteca “All Night” in Djset con Dj Tava che farà ballare e divertire per tutta la notte.

11 Agosto: Notte bianca a Finalpia – di Marilisa Lorusso

L’11 agosto con la notte bianca continua l’intrattenimento serale nel rione di Pia, tornato ad essere zona vitale e fruibile anche grazie alla nuova area pedonale.

Per la notte bianca tutti invitati a vestirsi di bianco, e fare due passi fra le bancarelle del rione, e scatenarsi alla musica, che sarà articolata con ben quattro punti di ascolto diversi, per venire incontro ai gusti di tutti, tra i libero Arbitrio di Piazza Oberdan, al DJ -Set Ariel di Via Santuario, al karaoke di via Molinetti alla discoteca con Daniel Noir DJ. Di Piazza Volpi. Immancabili come sempre negli eventi del Rione i banchetti dei truccabimbi, per intrattenere e far divertire anche i più piccoli.

Per la prima volta verrà eletta durante la serata Miss Finalpia, si tratta un po’ “come un gioco” ma che le ragazze vivono molto simpaticamente e partecipano all’evento con una certa emozione. Sicuramente ci sarà da divertirsi anche perchè poi si ballerà in onore di tutte le ragazze che hanno partecipato e hanno dato il loro contributo alla realizzazione dell’evento.

La serata, organizzata dai Garosci di Pia, si svolgerà dalle 20:00 alle 00:30.

STRADA BERETTA – UNA VIA PER L’IMPERATRICE di Marilisa Lorusso

Venerdì 4 agosto 2017 alle ore 21,00 presso i Chiostri di Santa Caterina in Finalborgo, si terrà la presentazione della Seconda Edizione (riveduta, corretta e migliorata) de “La Strada Beretta. Una Via per l’Imperatrice” di Giuseppe Testa. L’evento rappresenta un’assoluta novità nel panorama culturale Finalese,
infatti, per la prima volta, due Associazioni presenti sul territorio, il Centro Storico del Finale e l’Associazione Celesia, Amici della Biblioteca e del Museo, hanno collaborato nella realizzazione del lavoro e ne gestiscono insieme la presentazione.
Interverranno rappresentanti delle Amministrazioni dei Comuni i cui territori sono interessati dal percorso della Strada.
Si presenta quindi la possibilità di un recupero della percorribilità della Strada e la sua rivalutazione quale Strada Storica Europea.
Seguirà una conferenza-dibattito dal titolo “Una strada per l’Europa”. Interverranno Damiano Iacobone, Giovanni Murialdo, Tiziano Cosso, Giuseppe Testa. Conduce Francesco Ripamonti.
L’evento si svolge con il patrocinio dell’Unione dei Comuni del Finalese.

Ingresso libero

Gran Galà delle Polente a Calizzano. di Beatrice Citron

Gran Galà delle Polente a Calizzano. Sabato 22 luglio ritorna uno degli appuntamenti più attesi dell’Alta Val Bormida : Il Gran Galà delle Polente. Una degustazione gastronomica itinerante per le vie del caratteristico borgo e nelle rovine del castello restaurato di Calizzano. Qui si potranno assaporare polente di ogni tipo: dalla polenta bianca di farina di grano, alla polenta gialla di granturno e alla polenta verde. Non mancheranno inoltre secondi, contorni e dolci per tutti i gusti.

Durante la rassegna, l’associazione Storico Culturale di Rocchetta di Cairo proporrà ai visitatori giochi medievali e spettacoli a tema. Non perdetevi inoltre la gran sfilata in costume per le vie del paese, organizzata dal gruppo Storico Medievale di Calizzano; in Piazza San Rocco infine, verrà allestito il mercatino degli hobbisti.

Alle 21:00, si terrà il Concerto della Corale “Montagne Verdi” di Calizzano presso la chiesa parrocchiale di San Lorenzo. Si ricorda a tutti che in caso di maltempo, il servizio cucina sarà effettuato nel centro polivalente “Le Ciminiere”.

 

Il segreto della baciocca: tradizione e gusto in un piatto di Alice Signaigo

Oggi vi vogliamo prendere un po’ per la gola e quale modo migliore se non parlarvi di un piatto salutare, semplice e genuino come la gustosa baciocca? Ne avete mai sentito parlare?

Si tratta di una ricetta molto antica, tipica della Val Penna (Pratosopralacroce) e della Val di Taro (Santa Maria del Taro).

Iniziamo con il dire gran parte degli anziani del paese non hanno la ricetta scritta su carta poiché chi è vero nativo del posto, la sa come fosse una preghiera, grazie ai vecchi che con molta dedizione e costanza l’hanno tramandata di generazione in generazione e (forse) questo è proprio il segreto della qualità unica e indiscutibile del piatto stesso.

La sua caratteristica principale è quella di essere costituita da ingredienti poveri come la “patata quarantina” tipica della zona e dalla sua speciale cottura.

Si tratta di una specie di torta di patate e questa è la ricetta di una signora nativa di Pratosopralacroce, classe 1922.

Se volete provare anche voi i passaggi sono i seguenti:

  • si fa un soffritto di cipolla (preferibilmente bianca) nel lardo
  • nel frattempo si affettano le patate molto sottili, e si cospargono di sale per circa 10-15 minuti (in modo tale da far fuoriuscire il liquido della patata)
  • si prepara la sfoglia costituita da: farina, acqua, sale e un cucchiaino d’olio e successivamente si stende.
  • Si prende una terrina e si aggiungono le patate tagliate insieme al soffritto di cipolla nel lardo e poi si aggiunge il parmigiano, la farina e il sale, amalgamando il tutto con il latte in modo che si crei un composto cremoso
  • Il composto si andrà poi a stendere sulla sfoglia

Il segreto della vera baciocca sta nella sua cottura grazie all’utilizzo del tipico “testo”.

Il testo è una campana di ghisa che viene riscaldata, bruciando legna secca (o meglio “la br-occa”) finchè non diventa brace.

Questa brace viene poi spostata ai bordi del piano di cottura e al centro viene fatta scivolare la baciocca che, poco prima, è stata adagiata su una specie di tagliere di legno (chiamato “tappo”) con sotto foglie secche di castagno che permetto alla baciocca di scivolare nel piano del testo senza bisogno di tegame.

Dopodiché si abbassa la campana e la brace si posiziona intorno in modo da “sigillarla”.

La cottura proseguirà per circa 15-20 minuti a seconda del fuoco che è stato preparato.

Tale preparazione è particolare e unica poiché ogni ingrediente ha il suo perché: perfino la foglia di castagno è un ELEMENTO ESSENZIALE per poter dare quel gusto e quel profumo unico e inimitabile.

Inevitabile dirvi che in ogni frazione di Pratosopralacroce ognuno giocava con la fantasia e apportava varianti al piatto: c’è chi aggiungeva verdure, come carote o bietola oppure chi prezzemolo; non cambia il fatto che la baciocca rimane uno dei piatti più buoni e gustosi ma soprattutto tipici dell’entroterra genovese.

Ovviamente non tutti possiedono un testo e quindi anche con la cottura nel forno è     possibile avere ottimi risultati.

Uno dei tanti motivi per cui Sopralacroce è conosciuta, è proprio grazie alla SAGRA DELLA BACIOCCA che si terrà questo SABATO 29 LUGLIO 2017.

Da quasi vent’anni si svolge questa bellissima festa che attira ogni anno tanti amatori sia del posto, sia dei piatti tipici che si cucinano di cui la baciocca ne è la protagonista, il tutto è contornato dalla musica dell’orchestra e dalle danze ballate sulla cosiddetta “balera”.

Lunedì 10 Luglio, Finale Ligure torna Sotto le Stelle – di Marilisa Lorusso

Lunedì 10 luglio torna sul lungo mare Migliorini FINALE SOTTO LE STELLE. L’appuntamento è alle 21:30 in piazzale Buraggi, allestito con posti a sedere e mezzi audiovisivi per godere della proiezione di fotografie, testimonianze dell’unicità del territorio finalese.

Autore della galleria fotografica è Carlo Lovisolo. Chi frequenta Finale conosce i suoi bellissimi scatti che campeggiano in locali, fra le cartoline, e nei vari contesti con cui collabora. Carlo è infatti non solo fotografo, ma un autentico conoscitore, promotore e protettore del territorio finalese. La passione per il territorio comincia quando entra nella Lega Ecologica Finalese e poi nel WWF, di cui è stato responsabile del gruppo attivo territoriale; cofondatore della cooperativa Tracce, il suo nome è legato alla genesi della prima legge provinciale e regionale sulla tutela dei rapaci.

Guida naturalistica, fotografo professionale, Carlo ha selezionato per Finale Sotto le Stelle quattro aree tematiche: il finalese, i cetacei, la neve in riviera, le splendide mareggiate. La immagini vengono spiegate – per vedere e capire il territorio – e l’appuntamento si ripete tutti i lunedì, 3 volte al mese a Finalmarina, e uno a Varigotti.

Con Carlo si possono anche fare escursioni fotografiche in cui si viene introdotti alle basi della fotografia naturalistica, percorrendo aree di particolare interesse naturalistico e paesaggistico con un semplice trekking di circa 3 ore. Il progetto fa parte del ricco calendario delle guide ambientali escursionistiche nel finalese, disponibile qui: https://www.facebook.com/finalenatura/

Impreziosisce l’offerta per la promozione a 360 gradi del territorio la sua cooperazione con Whale-Watch, una nuova realtà che consente su gommoni per piccoli gruppi di recarsi nelle aree dei cetacei con un biologo marino o una guida naturalista. Il tour culmina con un bagno nella riserva marina della Gallinara. 3 tour alla settimana con partenze da Finale. Tutti i dettagli qui: www.seasafari.it