FRANCESCO BONACCORSO

Dopo aver conseguito il dottorato in fisica all’Università di Messina e aver lavorato al Consiglio Nazionale delle Ricerche, ha svolto la sua attività scientifica negli Stati Uniti (Department of Physics and Astronomy of Vanderbilt University) e nel Regno Unito (Engineering Department Cambridge University) per poi rientrare in Italia presso la sede centrale di Genova dell’Istituto Italiano di Tecnologia. Bonaccorso è al momento team leader ai Graphene Labs, i “laboratori del grafene” del Progetto Graphene Flagship, finanziato dalla Comunità Europea, in cui Bonaccorso è stato responsabile della stesura della roadmap scientifica e tecnologica del progetto.


MICHELA ROBBA
Michela Robba, nata il 21 Settembre 1975, si è laureata in Ingegneria per l’Ambiente e il Territorio presso l’Università di Genova nel 2000. Ha conseguito il titolo di Dottore di ricerca in Ingegneria Elettronica ed Informatica nel 2004. E’ stata “visiting student” presso il MIT (Massachussetts Institute of Technology). Attualmente è ricercatrice presso la Facoltà di Ingegneria dell’Università di Genova (DIBRIS-Dipartimento di Informatica, Bioingegneria, Robotica e Ingegneria dei Sistemi) e la sua attività di ricerca riguarda lo sviluppo e l’applicazione di metodi e modelli, basati sulle metodologie tipiche dell’Ingegneria dei Sistemi, per la pianificazione e la gestione di sistemi energetici ed ambientali. E’ docente dei corsi Simulazione dei sistemi energetici ed ambientali e Models and Methods for Energy Engineering presso il Campus di Savona, Università degli Studi di Genova. E’ co-autrice di più di 100 lavori su riviste, libri, capitoli di libri e atti di convegno.


 

LOREDANA MAGISTRI (dal 1 Febbraio 2018)

Loredana Magistri è Dottore di ricerca in “Ingegneria delle Macchine a Fluido” e docente di “Sistemi innovativi per l’energia e l’ambiente” e “Power Plants for Energy Conversion” presso la Scuola Politecnica dell’Università degli Studi di Genova. Si occupa degli aspetti riguardanti la progettazione, la gestione e l’analisi delle prestazioni termoeconomiche dei sistemi energetici innovativi e a ridotto impatto ambientale, con impiego di fonti energetiche rinnovabili e combustibili alternativi. Inoltre,è membro del gruppo di ricerca UTC-Rolls-Royce Fuel Cell Systems-LG ltd (UK) dove svolge attività scientifiche teoriche e sperimentali sugli impianti con celle a combustibile ad alta temperatura. Nell’ambito del laboratorio “Hi-Sea Joint Lab”, realizzato in collaborazione con Fincantieri, sviluppa attività di ricerca inerenti i sistemi energetici innovativi per applicazioni marine. E’ stata ed è coinvolta in numerosi progetti europei nell’ambito dei programmi di finanziamento FP7 e H2020 tra cui: – MefCO2 : Accumulo energetico e riduzione delle emissioni di CO2 mediante la produzione di idrogeno e metanolo,  – ENVISION: Integrazione di sistemi di efficientamento e recupero energetico in edifici e “Smart grid” e infine  – Bio-HyPP: Utilizzo di biocombustibili in sistemi ad alta efficienza con celle a combustibile ad ossidi solidi. E’ coautrice di oltre 80 lavori su riviste e congressi internazionali e capitoli di libri scientifici ed è vincitrice di tre Premi internazionali per la qualità delle pubblicazioni (Best Technical Paper Award ASME Turbo Expo).


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

SIMONA SACONE

Nata a Loano (SV) il 14 aprile 1968, si è laureata in Ingegneria Elettronica presso l’Università di Genova l’8 aprile 1992 con la votazione di 110/110 e lode, discutendo la tesi dal titolo: “Modellistica, realizzazione e controllo di attuatori pseudomuscolari polimerici per applicazioni di presa e manipolazione” relatori proff. G. Bartolini, G. Casalino e P. Morasso. Nel luglio 1997 consegue il titolo di Dottore di Ricerca in Ingegneria Elettronica ed Informatica discutendo una tesi dal titolo “Ottimizzazione delle prestazioni di sistemi manifatturieri con modelli a reti di Petri”, relatore prof. Minciardi. Nel giugno 1997 riceve dall’Università degli Studi di Genova una borsa di studio annuale per il completamento dell’attività di ricerca del corso di dottorato. Nell’aprile 1998 riceve dall’Università degli Studi di Genova una borsa di studio biennale per attività di ricerca di postdottorato. Dal 1 aprile 1999 è in servizio presso la Facoltà di Ingegneria dell’Università di Genova con la qualifica di Ricercatore Universitario per il settore scientifico-disciplinare ING-INF/04 Automatica.