Lo Sport a Finale Ligure: Riflessioni (III) – di Marilisa Lorusso

Continua, in previsione del convegno del CAI (“Quali limiti per l’Outdoor?”, Chiostri di Santa Caterina, Finalborgo, ore 09:30) la serie di riflessioni sullo sport a Finale Ligure. Segue l’intervista a Mauro e Paola, del nuovo spazio SuxGiù che molti forse ancora non conoscono. Con loro parliamo di arrampicata outdoor e – con la loro iniziativa – oggi anche indoor.

La storia dell’arrampicata finalese inizia 50 anni fa (si veda in merito l’intervista di Anello Verde con l’Assessore http://anelloverde.it/lo-sport-a-finale-ligure-riflessioni-i-di-marilisa-lorusso/). Una quindicina d’anni fa poi la svolta, con chiodature di pareti più facili che rendono il territorio fruibile anche a climber meno esperti. (si ricorda l’intervista di Anello Verde con Thomas http://anelloverde.it/le-sfide-thomas-mani-testa-passione-finale-marilisa-lorusso/).

Alla base del successo dell’area finalese c’è la peculiarità offerta dalla pietra del finale, e il clima. In particolare da ottobre a aprile letteralmente migliaia di vie distribuite su una quarantina di settori attirano sportivi, con gradi proibitivi e/o livelli accessibili a tutti inclusi i principianti

L’afflusso turistico sportivo non raggiunge certo i numeri e il livello d’impatto di quello balneare, ma va monitorato e gestito. Per quanto riguarda l’arrampicata questo riguarda soprattutto due aspetti. Uno è legato alle zone di pernottamento o accampamento degli sportivi, e l’altro è l’impatto ambientale. Quest’ultimo è normato dalla legge regionale, che tutela le aree protette per flora e fauna (in particolare il falco pellegrino).

Per quanto riguarda la normativa sull’esercizio dello sport e sulla figura della guida/maestro di arrampicata le federazioni sportive di riferimento sono il CAI e la UISP, mentre le uniche figure previste per accompagnare gruppi o insegnare, in base alla legge Bassanini sono le guide alpine. In pratica il 90% degli arrampicatori svolge lo sport in piena autonomia.

La palestra SuxGiù è la prima opportunità su larga scala per creare una ambiente di formazione, addestramento, avviamento all’arrampicata a Finale. La palestra è di 600 metri quadrati, rimane aperta per tutti dal lunedì al giovedì dalle 16 alle 22, ma nei week end di pioggia è aperta tutto il giorno. È possibile effettuare corsi e/o lezioni private per adulti e bambini e per qualsiasi livello dai neofiti agli esperti. È la sala boulder più grande della Liguria ed ospita competizioni amatoriali ma anche circuiti regionali. È dotata di una parete per allenamento speed. Si trova in Via S. Filippo a nel cannone sotto il ponte dell’autostrada.

SuxGiù dà la possibilità di raggiungere due degli obiettivi più ostici nella gestione dello sport e del turismo sportivo: destagionalizzare e superare la dipendenza dalle condizioni climatiche. La stagione sportiva dell’arrampicata infatti risente di temperature, esposizione al sole, umidità della roccia. Per i più giovani o i più inesperti intervengono poi altri fattori, fra cui la sicurezza, l’ambiente protetto, un percorso graduale e rassicurante, cosa che non sempre la roccia offre.

La divulgazione degli “sport minori” richiede visibilità e spazi. In un paese come l’Italia, in cui il discorso sportivo è monopolizzato in termini di risorse e comunicazione da pochi circuiti sportivi, nulla di più positivo che la diversificazione dell’offerta, soprattutto in un territorio in cui essa è radicata, endogena e caratterizzante, come l’arrampicata nel finalese. La presenza di una palestra di queste proporzioni non è che un fattore di arricchimento e per la comunità che la ospita, e che progressivamente verrà sempre più coinvolta in progetti di cooperazione, e per turisti sportivi che potranno arrampicare anche quando il meteo sarà loro ostile.

Lo Sport a Finale Ligure: Riflessioni (II) – di Marilisa Lorusso

Prosegue il ciclo di riflessioni sullo sport nel finalese che anticipa il convegno del CAI del 25 novembre (ore 9:30, Auditorium di Santa Caterina, Finalborgo, tema “Quali i limiti dell’Outdoor?”). Gentile interlocutore di Anello Verde è stato Stefano Schiappapietra, Presidente della Polisportiva e coinvolto nel progetto del consorzio per l’outdoor nel finalese.

La Polisportiva di Finale Ligure ha più di vent’anni (http://www.polisportivadelfinale.it/, pagina facebook https://www.facebook.com/PolisportivadelFinaleASD/). Nasce dalla Finalborghese, rimasta tale fino al ’96. Conta circa 700 soci propri, ma raggruppa fino a 1000 praticanti sport (indoor e outdoor) se si considera non solo quanti seguono le varie sezioni sportive, ma anche i settori sportivi che fanno capo alla Polisportiva.

La missione è quella di promuovere l’esercizio dello sport in tutte le fasce d’età: dai giovani, che sono sempre oggetto di grandi attenzione, agli adulti. Ma gli obiettivi sono più ampi del solo esercizio fisico: l’educazione alimentare, l’attività sociale. Questi si concretano attraverso programmi e progetti di cui alcuni attivati con le scuole. Uno di questi affronta il problema dell’abbandono sportivo, piaga che riguarda tutta quella parte della popolazione che non integra l’attività sportiva nelle proprie abitudini finiti gli anni della scuola.

Le attività della Polispostiva si concentrano negli impianti che ha in gestione dal comune e che si fa carico di mantenere in buone condizioni e spesso di rinnovare a proprie spese (per la collaborazione con il Comune si rimanda a http://anelloverde.it/lo-sport-a-finale-ligure-riflessioni-i-di-marilisa-lorusso/). Il palazzetto dello sport è il quartier generale ma ci sono poi i campi da gioco e le giornate tenute in spazi concordati. Queste uscite dagli spazi tradizionali hanno lo scopo di incrementare la visibilità presso la popolazione dell’offerta sportiva ed aggregativa, e sono inserite in una strategia di comunicazione continua.

Alla base di questa scelta comunicativa c’è la volontà di essere uno spazio aperto e sinergico, verso cui possano confluire, trovare cooperazione e coordinazione varie realtà e singoli. Un’ottica inclusiva attenta anche alle esigenze di diversamente abili e persone in condizione di vulnerabilità psico-fisica. Da qui la collaborazione con il Centro di Igiene Mentale e con l’Unità Spinale del Santa Corona. Sensibile alle esigenze del tessuto sociale in cui opera, la Polisportiva ha attivato un progetto con gli Sprar.

Il bilancio dell’operato della Polisportiva è molto buono, non solo per la vitalità dell’organismo, ma anche per le eccellenze agonistiche raggiunte dalle sue sezioni, come la pallavolo. La pallavolo è anche un prodotto sportivo con ricaduta turistica. Il torneo Memorial Alessia Berruti tenutosi a ottobre ha portato 170 atlete e accompagnatori a Finale, che di nuovo, per un weekend, è divenuta una piccola mecca dello sport.

Solidarietà nel territorio: due eventi a Finale Ligure – di Marilisa Lorusso

Due weekend consecutivi in cui finalesi e ospiti sono invitati, da Finalpia a Finalborgo, a partecipare a eventi che – oltre a intrattenere e divertire – serviranno per contribuire a creare servizi per le comunità che li ospitano.

Si inizia il 15 aprile con la seconda edizione di Corri con il cuore. Ne avevamo parlato l’anno scorso (http://anelloverde.it/corri-col-cuore-generosita-passione-al-servizio-della-comunita-marilisa-lorusso/) auspicando che il grande successo della prima edizione potesse aprire la strada, letteralmente, al ritorno delle bellissime macchine d’epoca. E puntuale si ripete il raduno d’auto d’epoca e moderne, nella giornata di domenica, a Finalpia. Il ricavato della giornata verrà totalmente devoluto per l’acquisto di materiale tecnico sanitario da donare alla caserma dei vigili del fuoco di Finale Ligure.  Il programma prevede l’apertura delle iscrizioni in piazza Boncardo, sul lungomare dalle 8:30 alle 10. Alle 11 al via la parata delle autovetture sul lungomare Migliorini, con foto collettiva nella splendida cornice della piazza dei Cannoni. Alle 13 il pranzo, seguito da una visita guidata all’Abbazia Benedettina con degustazione dei prodotti tipici. Alle 15:30 l’evento si concluderà con la premiazione dei modelli più rari, interessanti, bizzarri, caratteristici tra le vetture che hanno sfilato.

Chi volesse iscriversi o avere ulteriori informazioni, può contattare il numero 392 7189735 oppure scrivere all’indirizzo e-mail corricolcuore@libero.it . La pagina face book dedicata all’evento è https://www.facebook.com/events/2054417791463819/permalink/2067311426841122/

La domenica seguente torna invece la Zonta Run, alla sua terza edizione. Ci eravamo occupati della II edizione (http://anelloverde.it/sabato-17-maggio-finale-ligure-ii-edizione-zonta-run-marilisa-lorusso/) e di nuovo il successo garantisce continuità alla manifestazione. Una manifestazione sportiva, 10 km di corsa non competitiva, a passo libero e aperta a tutti, a favore di una raccolta fondi per finanziare un progetto dello Sportello Antiviolenza “Artemisia Gentileschi” . Educazione, consapevolezza, rispetto, pari opportunità da comunicare e instillare nei giovani del ponente ligure.

Le iscrizioni saranno aperte a partire dalle 8:30 di domenica 22 nella zona di piazza dei Gabbiani, sul lungomare. La quota di iscrizione è di 10 euro, che verranno pagati al momento della consegna del numero.  Per informazioni o prenotazioni chiamare i numeri 3472459641 oppure 3478342198. La pagina faceboook dedicata all’evento è https://www.facebook.com/events/408302869635302/

Virtual tour a Finale Ligure: tecnologia e turismo – di Marilisa Lorusso

La tecnologia si sposa con il turismo a Finale Ligure. Finale Ligure è una località ricca di siti di interesse storico, artistico e culturale, eredità del passato, luoghi molto richiesti anche quali location per celebrazioni, matrimoni, meeting, convention, incontri di carattere culturale e di intrattenimento.

L’Amministrazione Comunale di Finale Ligure tramite l’ufficio Turismo e Cultura ha ideato e realizzato un progetto innovativo e prestigioso che consente la fruizione delle location di proprietà  tramite Virtual Tours realizzati con la tecnica della fotografia immersiva. Si tratta della realizzazione di virtual tour, consistenti in fotografie equirettangolari sferiche unite tra di loro, che danno vita ad una realtà aumentata con la creazione di fotosfere completamente immersive, che rendono possibile un viaggio virtuale nella località prescelta.

Spega il Sindaco Frascherelli “si tratta di un progetto che ci inorgoglisce e porta Finale Ligure al pari delle più prestigiose destinazioni turistiche internazionali. Le immagini proposte sono già state predisposte, oltre che alla visione online, anche a quella attraverso l’utilizzo di un codice QR posto al di fuori delle strutture oggetto del virtual tour, che consentirà la piena e completa fruizione dell’esperienza immersiva sui tablet o cellulari di ultima generazione. In questo modo si rende possibile visitare i siti di maggior interesse in maniera virtuale, in attesa o in sostituzione di una visita effettuata di persona. Le location sono quindi da oggi visitabili anche “da remoto”, comodamente dal proprio tablet o smart phone. Sono visitabili virtualmente il Complesso di S. Caterina, quindi Auditorium, Oratorio dei Disciplinanti e chiostri e giardino botanico e la Fortezza di Castelfranco; all’aria aperta la centralissima Piazza Vittorio Emanuele”.

 

La possibilità di visionare i virtual tour avviene ricercando i luoghi direttamente sul motore di ricerca di google oppure attraverso il link sotto indicato:

http://turismo.comunefinaleligure.it/it/luoghi/virtual-tour

IL 29 OTTOBRE 2017 TORNA LA RUNRIVIERARUN – di Marilisa Lorusso

TORNA LA RUNRIVIERARUN INTERNATIONAL HALFMARATHON
PARTENZA DA VARIGOTTI, ARRIVO A LOANO
Il 29 ottobre 2017 torna la RunRivieraRun International HalfMarathon, la mezza maratona più caratteristica della Liguria che tocca quattro Comuni Finale Ligure, Borgio Verezzi, Pietra Ligure e Loano con partenza dalla Baia dei Saraceni di Varigotti,
Il percorso si snoda tra lungomare e centri storici delle cittadine e da quattro anni vi partecipano migliaia di runners nazionali ed internazionali.
L’evento è riuscito a creare una fitta rete di collaborazioni tra il tessuto sociale ed economico, tra cui la Marina di Loano e la Fondazione Agostino De Mari, volta alla promozione del territorio.  Si sottolinea l’importanza dei volontari della ASD RunRivieraRun gli ormai famosi Angels, che con le loro pettorine sono presenti sul territorio e nelle varie fasi della gara per garantire il presidio e tutti i servizi della gara.
La RunRivieraRun è già stata presentata a Nizza l’8 gennaio in occasione della PromoClassic, gara molto partecipata dove oltre alla promozione la ASD RunRivieraRun ha corso la gara con ottimi risultati salendo sul podio come prima squadra più numerosa italiana, un primo posto di categoria e terzo assoluto a squadre. Altri eventi promozionali si sono attivati in varie sedi.

Durante gli eventi di avvicinamento/riscaldamento le famose Tune-Up di Borgio Verezzi, Finale Ligure, Pietra Ligure e quest’anno anche Borghetto S. Spirito hanno corso in preparazione della RunRivieraRun circa 3.000 persone.
(BiBi Epic Race la Borghetto Santo Spirito-Toirano-Balestrino e con le gare Tune-Up del Grand Prix Vertical Verezzi-Borgio Verezzi, Up&Down-Pietra Ligure, Borgo By night running-Finalborgo e Marina Classic-Loano.)

Anche le Chicchiricchì Run, allenamento al canto del gallo che da 5 anni la RunRivieraRun organizza circa 10 volte all’anno ha fatto correre migliaia di persone per avvicinarle al mondo della corsa e dello sport in generale. Il progetto Sociale della ASD RunRivieraRun “Socializzazione e Benessere” ha fatto correre da gennaio ad ora oltre 5.000 persone. Per quanto riguarda il progetto Accademia della Corsa si è appena concluso lo Stage con il Campione di Atletica Danilo Goffi che per 4 giornate ha fatto correre e dato consigli su come affrontare una 10km, 21 km e 42 km.
Il programma sociale continuerà all’ExpoHalfMarathon nei Chiostri di Santa Caterina a Finalborgo il 27 e 28 ottobre prossimi.

Anche nel 2017 il programma della RunRivieraRun sarà fitto di appuntamenti, l’evento non è solo una mezza maratona che si svolge il 29 ottobre dal Malpasso a Loano, ma prevede un programma, per le due giornate precedenti venerdì 27 e sabato 28 ottobre, fitto di appuntamenti aperti a tutti, sportivi e non.
Saranno coinvolte le associazioni ed atleti diversamente abili, in particolar modo ci sarà la Cooperativa Sociale COESA di Milano, a fungere da collettore tra diversi progetti sociali ed il progetto della ASD RunRivieraRun “Socializzazione e Benessere”, che prevede diverse attività a favore dello sport come disciplina che unisce le persone e le porta a migliorare la qualità della vita a qualsiasi età.
La RunRivieraRun è nata per promuovere il territorio e per far correre sempre più persone che si stanno avvicinando alla corsa nella nostra Riviera. Da due anni è nata una gara parallela alla mezza maratona, una 5 km dalla Marina di Loano per dare l’opportunità di correre a più persone con diversi tipi di andature e di allenamenti. IL PROGRAMMA dell’EXPOHALFMARATHON RRR 2017 sarà socializzazione e benessere.

ASD RunRivieraRun info: tel: 019.6898607 Fax: 019.5293112
e-mail: info@runrivierarun.it

Sito:  www.runrivierarun.i

Creattività e territorio: CONCORSO “STORIE COL FINALE” – di Marilisa Lorusso

Prende il via il concorso letterario “Storie col Finale”, organizzato da Associazione Culturale Entroterra con Serinus studio naturalistico e giunto alla V edizione.

Lo scopo del concorso è di invogliare le persone ad andare, scoprire, riscoprire e guardare con occhi nuovi l’entroterra Finalese, attivare la loro fantasia per raccontare con parole nuove i luoghi più suggestivi in modo da contagiare altri verso questa scoperta.

Il regolamento del concorso è scaricabile online dal sito www.serinus.it alla pagina “news”: si può partecipare con favole e racconti, inventati o ripresi da ricordi e tradizioni, purché siano ambientati nel Finalese e più precisamente nel territorio dei Comuni di Finale Ligure, Borgio Verezzi, Calice Ligure, Noli, Orco Feglino, Rialto, Vezzi Portio (tutte le amministrazioni hanno concesso il patrocinio all’iniziativa).

Possono partecipare tutti, adulti e bambini, singoli e classi con lavori di gruppo. All’interno del regolamento sono proposte 5 ambientazioni (valide come suggerimenti non vincolanti):

  1. la “Arma Pollera”, famosa e scenografica grotta a Perti di Finale Ligure;
  2. le “Rocche Gianche”, inconfondibile affioramento roccioso ai limiti del territorio di Vezzi Portio ma visibile da un po’ tutto il Finalese e teatro di vicende storiche;
  3. il “Ciappo delle Conche”, singolare lastra di Pietra del Finale con incisioni rupestri in territorio di Orco Feglino;
  4. una antica fornace da coppi e mattoni a Rialto, presso la quale è stata allestita una bella area picnic;
  5. il Castel San Giovanni alle spalle di Finalborgo.

Il termine per l’invio degli elaborati è il 15 novembre 2017.

Per informazioni contattare la segreteria di SERINUS studio naturalistico al numero: 333.8771184

L’Unione dei Comuni del Finalese aderisce al Patto per lo Sviluppo Strategico del Turismo

di Beatrice Citron

L’Unione dei Comuni del Finalese e singolarmente i Comuni di Finale Ligure e di Orco Feglino, hanno aderito al Patto per lo Sviluppo Strategico del Turismo, promosso dalla Regione Liguria. Al Patto, possono partecipare gli enti parco, i Comuni e le unioni di Comuni e comporta il perseguimento di azioni sinergiche ed interventi coordinati, per il raggiungimento di obiettivi di crescita del settore e delle potenzialità turistiche della Liguria.

L’adesione al Patto dunque, comporta l’impegno a perseguire e rispettare alcune condizioni, quali la partecipazione al progetto della app “LaMiaLiguria”, fornendo e implementando i dati sugli eventi nonchè le altre informazioni relative alla propria località, che possono essere utili al turista; la partecipazione al progetto “Wifi Liguria” aderendovi, se ve ne sono le condizioni tecniche, la collaborazione con la Regione e con l’Agenzia “In Liguria” per la creazione e la promozione dei prodotti turistici individuati dalla programmazione regionale, nonchè per la realizzazione di progetti turistici di eccellenza e accoglienza turistica (IAT). La zona del finalese vanta infatti tre uffici IAT, dislocati a Finalmarian, Finalborgo e Varigotti.

Il Patto prevede inoltre, la condivisione delle attività e delle manifestazioni di valenza turistica organizzate e gestite dalla Regione Liguria e dall’Agenzia “In Liguria”, con la diffuzione di tutte le informazioni relative a tali eventi e collaborando attivamente ad iniziative finalizzate a promuovere la destinazione ed i prodotti turistici. Un occhio di riguardo viene riservato alle iniziative di contrasto dell’abusivismo in campo turistico, in modo tale da dar vita ad una campagna di informazione, rivolta a tutti i proprietari di seconde case per ricordare la normativa in vigore nel caso di affitto degli appartamenti ad uso turistico, nonchè altri interventi concordati con Anci Liguria. La collaborazione con la Regione, prevede anche il perseguimento di iniziative mirate al turismo accessibile. A tale riguardo, l’Unione dei Comuni del Finalese sta procedendo al rinnovo della Bandiera Lilla per il biennio 2018-2019, vessillo che qualifica le località turistiche quali mete anche per portatori di disabilità di diversa natura, con una forte ed importante implementazione qualitativa dell’offerta turistica.

Oltre alla sinergia che esso scaturisce, tra i vantaggi dell’adesione al Patto si consideri la possibilità, per i soggetti aderenti all’iniziativa, di accedere a finanziamenti regionali ed europei per interventi di riqualificazione ambientale e paesaggistica a rilevante impatto turistico e riconosce agli stessi una priorità nell’attribuzione di contributi o altri vantaggi economici a valere sui fondi regionali destinati ai comuni per interventi e/o iniziative a rilevante impatto turistico. Ecco riconosce altresì forme di premialità nell’ambito dell’attuazione dei patti di solidarierà regionale.

Finale Ligure, Sabato 22: XVIII edizione della Pedalafinale – Marilisa Lorusso

Sabato 22 Luglio 2017 con partenza alle ore 17  da Piazza Inegagge a Calvisio, si svolge  la XVIII edizione della Pedalafinale. Si tratta di una manifestazione ciclistica non competitiva aperta a tutti, con lo scopo di proporre un giro turistico per tutta Finale.

L’evento è organizzato dall’ass. Garosci De Pia[1] con il patrocinio dell’Unione dei Comuni del Finalese. La manifestazione vede coinvolte famiglie intere e riscuote un gran numero di adesioni. Ritrovo dei partecipanti dalle scuole di Calvisio il 22 luglio ore 16, da dove si raggiunge la Valle Aquila e ritorno con passaggi tra le vie del centro cittadino. Dopo una breve sosta di ristoro in Piazza del Tribunale a Finalborgo, si ritorna a Finalpia e si raggiunge Piazza Abbazia per la premiazione, prevista tra le 19 e le 19,30.

La partecipazione prevede una quota di iscrizione, da pagarsi in loco.

Obbligatorio il caschetto per i minori.

[1] Per informazioni sull’associazione si rimanda al post di Anello Verde http://anelloverde.it/si-tenuta-finalpia-1-aprile-la-festa-primavera-marilisa-lorusso

Lunedì 10 Luglio, Finale Ligure torna Sotto le Stelle – di Marilisa Lorusso

Lunedì 10 luglio torna sul lungo mare Migliorini FINALE SOTTO LE STELLE. L’appuntamento è alle 21:30 in piazzale Buraggi, allestito con posti a sedere e mezzi audiovisivi per godere della proiezione di fotografie, testimonianze dell’unicità del territorio finalese.

Autore della galleria fotografica è Carlo Lovisolo. Chi frequenta Finale conosce i suoi bellissimi scatti che campeggiano in locali, fra le cartoline, e nei vari contesti con cui collabora. Carlo è infatti non solo fotografo, ma un autentico conoscitore, promotore e protettore del territorio finalese. La passione per il territorio comincia quando entra nella Lega Ecologica Finalese e poi nel WWF, di cui è stato responsabile del gruppo attivo territoriale; cofondatore della cooperativa Tracce, il suo nome è legato alla genesi della prima legge provinciale e regionale sulla tutela dei rapaci.

Guida naturalistica, fotografo professionale, Carlo ha selezionato per Finale Sotto le Stelle quattro aree tematiche: il finalese, i cetacei, la neve in riviera, le splendide mareggiate. La immagini vengono spiegate – per vedere e capire il territorio – e l’appuntamento si ripete tutti i lunedì, 3 volte al mese a Finalmarina, e uno a Varigotti.

Con Carlo si possono anche fare escursioni fotografiche in cui si viene introdotti alle basi della fotografia naturalistica, percorrendo aree di particolare interesse naturalistico e paesaggistico con un semplice trekking di circa 3 ore. Il progetto fa parte del ricco calendario delle guide ambientali escursionistiche nel finalese, disponibile qui: https://www.facebook.com/finalenatura/

Impreziosisce l’offerta per la promozione a 360 gradi del territorio la sua cooperazione con Whale-Watch, una nuova realtà che consente su gommoni per piccoli gruppi di recarsi nelle aree dei cetacei con un biologo marino o una guida naturalista. Il tour culmina con un bagno nella riserva marina della Gallinara. 3 tour alla settimana con partenze da Finale. Tutti i dettagli qui: www.seasafari.it

Domenica 2 luglio, Finale Ligure: BEACH MUSIC PARADE – di Marilisa Lorusso

A Finale Ligure la Beach Music Parade, una grande festa in spiaggia, apre la stagione balneare e del divertimento del Ponente savonese. Musica e ristoro sul litorale dalle 18:00 di domenica 2 luglio.

Finale Ligure ancora una volta è protagonista dell’estate con un evento che coinvolge tutto il territorio del Finalese, meta outdoor ma anche e sempre terra di mare. Si tratta del Beach Music Parade, una grande festa in spiaggia che domenica 2 luglio 2017 dalle ore 18 unisce musica e divertimento all’offerta balneare ed il mare. Oltre 40 gli stabilimenti balneari e le attività aderenti, dislocati su tutto il litorale finalese, da Finalmarina a Finalpia fino a Varigotti, nei quali ci si potrà divertire e festeggiare l’estate in allegria. Presenti Dj set, vocalist e punti ristoro, nei quali ospiti e residenti potranno trascorrere una serata divertente, un’occasione per i numerosissimi turisti di conoscere da vicino l’offerta balneare finalese e per tutti un’imperdibile occasione di divertirsi  in spiaggia.

Nelle parole degli organizzatori un evento che vuole risvegliare il savonese perché torni ai suoi fasti e che porta a collaborare per un progetto comune diverse categorie. Una serata che segna l’inizio di un nuovo format dell’intrattenimento, flessibile, dinamico, coinvolgente ed adattabile alle diverse tipologie di utenza, che coinvolga  in sinergia il territorio della provincia di Savona.

L’evento è patrocinato dall’Unione dei Comuni del Finalese.

La pagina facebook dedicata all’evento è: https://www.facebook.com/beachmusicparade/  

 

In caso di maltempo la manifestazione è rinviata a domenica 9 luglio 2017.