“Anello dei Forti di Genova: il trekking per scoprire le fortificazioni ed il magnifico panorama delle alture genovesi” di Sara Pessano

“Anello dei Forti di Genova: il trekking per scoprire le fortificazioni ed il magnifico panorama delle alture genovesi” di Sara Pessano – Mercoledì 8 novembre si terrà l’”Anello dei Forti di Genova”, un semplice trekking con una visuale a 360° su Genova. L’escursione inizia alle ore 09.00 e durante il percorso si possono scorgere Forte Sperone, Forte Puin, Forte Fratello Minore e Forte Diamante. Questo percorso viene anche chiamato anche il “giro dei Forti di Ponente”. Il percorso si snoda lungo una strada “a costa”, dove si può godere a sinistra del paesaggio dei colli su cui si ergono le fortificazioni. Se si guarda a destra, invece, si può ammirare il tracciato della ferrovia del Trenino di Casella. Ovviamente si può anche ammirare uno stupendo panorama su Genova. Questo paesaggio è come se abbracciasse la linea costiera e nei giorni di Sole pieno, con lo sguardo, si può arrivare fino a vedere Portofino. La strada è sterrata e nel tratto iniziale è alquanto ampia. Nel pezzo finale, quando si sale verso il monte, invece, si attraversa un sentiero più stretto ed inerpicato nel bosco, che conduce a Forte Diamante. Il primo Forte che si incrocia è Forte Sperone, situato all’inizio delle cosiddette “mura nuove”, datate 1630. Attualmente il Forte non è visitabile, ma lo si può guardare esternamente in tutta la sua imponenza. La sua denominazione deriva dalla particolare forma del bastione angolare. Ciò può far rammentare vagamente la prua di una nave. Si tratta di una fortezza ottocentesca, che ha ben mantenuto il suo rigore militare. Continuando la passeggiata, si lascia la fortificazione alle spalle fino a farla scomparire dietro il pendio. A metà strada tra Forte Sperone e Forte Diamante si innalza Forte Puin con la sua massiccia torre quadrata. Questa costituisce il corpo centrale intorno al quale corrono le mura. Attualmente, nei pressi del Forte, si trova un ristorante. Forte Puin fu costruito nel 1815, per colmare il “vuoto” tra Forte Sperone e Forte Diamante. In questo modo, si difendeva Genova con maggiore protezione. Anche questa fortificazione non è visitabile, dal sentiero però si ha la possibilità di scattare delle belle fotografie. La sagoma di Forte Fratello Minore si può scorgere da Forte Diamante, dal quale è possibile raggiungerlo facendo una deviazione verso l’interno della valle. Forte Fratello Minore domina la Val Polcevera e si può far visita liberamente alle sue rovine. Forte Diamante è il culmine dell’escursione. Colpisce sia per la sua struttura, sia per il luogo panoramico in cui è ubicato. Si trova su un colle che domina la Val Polcevera e la Val Bisagno, si ha una vista aperta sulla città e sulla costa e nei giorni tersi, si può vedere nitidamente fino a Portofino. Il suo affascinante nome deriva dal monte in cui si erge. Il Forte è contraddistinto da un terrapieno pentagonale, all’interno si può scoprire quello che un tempo era la caserma a tre piani. Camminando liberamente all’interno dei resti del forte, si può godere anche della vista su Forte Puin e Forte Fratello Minore. I due forti appaiono minuscoli vista la distanza ma si scorgono nitidamente. Questa escursione è un’occasione per scoprire i Forti Genovesi e per ammirare un panorama mozzafiato.

“Esposizione di Ceramica Contemporanea: l’evento che trasforma il Grand Hotel Savoia in una galleria d’arte contemporanea” di Sara Pessano

“Esposizione di Ceramica Contemporanea: l’evento che trasforma il Grand Hotel Savoia in una galleria d’arte contemporanea” di Sara Pessano – Mercoledì 20 settembre alle ore 19.30 si terrà presso la Sala Royale del Grand Hotel Savoia di Genova Principe (Via Arsenale di Terra, 5) l’inaugurazione dell’esposizione di ceramica contemporanea. Si avrà la possibilità di visitare la mostra fino a martedì 10 ottobre. Il Grand Hotel Savoia ha deciso di invitare cinque artisti albisolesi ad esporre le proprie opere in occasione del 57° Salone Nautico di Genova. Il Grand Hotel Savoia si affaccia su Piazza Principe. Essendo un locale storico rappresenta, appunto, la quintessenza dell’ospitalità lussuosa e raffinata. Il Grand Hotel Savoia affonda le sue radici negli ultimi anni del XIX° secolo. Durante la sua attività ha impressionato numerose personalità importanti. Per l’esposizione di ceramica contemporanea, il Grand Hotel Savoia si trasformerà in una galleria d’arte contemporanea. I nomi degli artisti – ceramisti – scultori che esporranno sono: Paolo Pastorino, Vittorio Scapin, Dolores De Giorgi, Alessandro Perico ed Alba Maria Dabove. Nelle loro opere, i cinque artisti albisolesi mostreranno i loro stili, le loro sensibilità ed una loro rivisitazione personale di un misto tra antico e moderno. I loro lavori saranno tutti inediti. Saranno realizzati con diverse tecniche, come per esempio la maiolica classica, il raku o la metalceramica. Sarà un’occasione per scoprire il mondo della ceramica tra antico e moderno.